Il sesso occasionale moda del 2014

Il sesso occasionale non è certamente nato negli ultimi anni, ma forse, mai come quest’anno, sentiamo parlare sempre più a proposito della sua diffusione.

I protagonisti di questa tipologia di rapporto sessuale sono i giovani, che addirittura sarebbero spinti a praticare il sesso occasionale per moda.
Secondo alcuni dati emersi da studi effettuati da centri di ricerca statistica pubblicati sul “Journal Of Sex Research” si è scoperto che più della metà degli individui presi come soggetto ha fatto uso di sostanze prima o anche durante l’atto sessuale, e sempre da questi studi, emerge che a praticare il sesso occasionale per moda sono per lo più giovani studenti universitari di età compresa tra i 18 e i 21 anni.
Ma perché questa pratica sessuale sta emergendo sempre di più tanto da diventare, in particolare nell’ultimo anno, una moda?
Possiamo trovare una risposta cercando i motivi per cui le persone sono spinte al sesso occasionale. Le statistiche alle quali facciamo riferimento anche sopra ci dicono che sono i giovani con comportamenti più a rischio assunzione di droghe o alcol e quelli che sono vittima della depressione (quest’ultimo caso riguarda soprattutto le ragazze) a praticare il sesso occasionale.
I giovani sono spinti a questa pratica sessuale dalla volontà di sentirsi liberi dai vincoli che una relazione comporta; molti lo praticano proprio perché, essendo single, non hanno vincoli di nessun tipo, altri invece sono protagonisti di questo tipo di rapporto pur facendo parte di una relazione a lungo termine compiendo quelli che si possono definire degli “adulterini”.
Il sesso occasionale, oltre a dare un senso di libertà a chi lo pratica, sembra che aumenti anche l’autostima, quanto meno quella maschile.
E’ infatti dimostrato come molte ragazze che ricorrono al rapporto occasionale se ne pentano subito dopo, rientrando immediatamente nello stato di depressione che le ha spinte, in pratica, a provare quell’esperienza innescando così un circolo vizioso.
Possiamo probabilmente ricondurre il l’esplosione di questa moda alle serate nelle discoteche, nei night club o semplicemente in feste private. Il web infatti è pieno di foto scattate a corpi avvinghiati nelle toilette di locali o appartati in angoletti non necessariamente deserti.
Si tratta di una vera e propria moda che, come tutte le ultime tendenze, sta contagiando anche ragazzi e ragazze più piccoli, già a partire dai 14 anni.
Sembra ormai che i giovani si siano lanciati in una corsa alla perdita della verginità, una gara a chi la perde per primo, o per prima, per potersi poi vantare con gli amici nelle compagnie tipiche del periodo adolescenziale.
E’ una moda che continua a diffondersi e a cancellare lentamente quello che la storia ci ha tramandato come “il bello della prima volta”, l’aspettare il ragazzo, o la ragazza giusta, nel desiderio di vivere un momento che sia speciale per entrambi.