Caratteristiche del trading online

tradingNegli ultimi tempi, spinte da campagne pubblicitarie sempre più insistenti, molte persone hanno deciso di avvicinarsi al mondo del trading e dei mercati finanziari. La diffusione capillare di Internet ed il crescente utilizzo delle reti telematiche, ha consentito una notevole semplificazione per tutti coloro che desiderano occuparsi in prima persona dei propri investimenti.

Al giorno d’oggi, aprire un conto trading, è un’operazione che richiede pochi e semplici passi. In breve tempo si è in grado di immettere i propri ordini in borsa monitorando istante per istante l’andamento degli investimenti effettuati. D’altro canto, seppure l’offerta è alquanto vasta, scegliere il proprio conto trading è una decisione che deve essere presa in maniera ponderata solo dopo aver vagliato con attenzione le diverse alternative disponibili.

Innanzitutto è necessario chiarire che non esiste il broker migliore in assoluto. Attualmente l’offerta è realmente molto variegata e la scelta deve dirigersi verso il broker che propone la migliore soluzione per soddisfare quelle che sono le nostre specifiche esigenze. Di fatto ogni trader è sostanzialmente diverso da ogni altro. Lo è in termini di frequenza delle operazioni, in termini di mercati sui quali opera, lo è in relazione alla personale avversione al rischio, lo è in termini di carattere e di “freddezza” nel prendere decisioni, etc.

Dunque, prima di procedere con l’apertura di un conto trading è buona norma focalizzare chiaramente quali sono le personali esigenze e che tipologia di trader si incarna. Una volta chiarite le proprie necessità, mediante una semplice ricerca in rete, è possibile iniziare a vagliare con cura quelle che sono le innumerevoli alternative disponibili fino a selezionare quella che presenta il rapporto qualità / costi migliore in funzione del nostro profilo.

Uno degli aspetti da valutare è rappresentato dall’interfaccia software che si andrà ad utilizzare per immettere gli ordini. Alcuni broker offrono diverse soluzioni in base al “piano di trading” prescelto. In alcuni casi sarà possibile inviare ordini mediante un’interfaccia personalizzata messa a disposizione dalla piattaforma prescelta mentre in altri casi il broker consentirà di gestire la propria operatività mediante software quali “Metatrader” (che di fatto rappresenta una sorta di standard del settore) che permettono di gestire operazioni in maniera del tutto automatica utilizzando un vero e proprio linguaggio di programmazione presente al loro interno che si farà carico di inviare ordini al mercato in base all’algoritmo che di volta in volta decideremo di implementare.

E’ chiaro che se la propria operatività è limitata a pochi ordini al mese avere strumenti così avanzati non rappresenta nessun reale vantaggio. In questo caso la scelta dovrebbe essere indotta da altri fattori quali le tariffe applicate sulle transazioni ed eventualmente la remunerazione della liquidità che si decide di parcheggiare sul proprio conto. Viceversa, un trader più smaliziato, che nell’arco di un solo giorno è capace di inviare sul mercato anche centinaia di ordini avrà necessità più spinte. Crescerà l’esigenza di avere una piattaforma di trading sempre aggiornata con tecnologia push che gli permetta di seguire l’andamento del mercato istante per istante così come la possibilità di inviare ordini o revocarli nella maniera più veloce possibile.